Logo
blockHeaderEditIcon

Menu
blockHeaderEditIcon

Slider
blockHeaderEditIcon
prossimepartenze-titolo
blockHeaderEditIcon
prossimepartenze-testo
blockHeaderEditIcon

Viaggi confermati e in via di conferma  

TIBET-NEPAL, IN VIAGGIO ATTRAVERSO L'HIMALAYA
dal 20 settembre al 2 ottobre 2020

NUOVA ZELANDA, NATURA E PAESAGGI NELLA TERRA DEI MAORI
dal 9 novembre al 2 dicembre 2020   

NAMIBIA-SUDAFRICA, IN VIAGGIO DA WINDHOEK A CAPETOWN
dal 7 al 21 febbraio 2021   in via di conferma

GUATEMALA-HONDURAS, CITTA' COLONIALI E ANTICHI SITI MAYA
dal 24 febbraio al 8 marzo 2021

STATI UNITI, TOUR TRA I PARCHI NAZIONALI DEL NORD-OVEST
dal .. giugno al .. luglio 2021    confermato e completo 

prossimepartenze-foto
blockHeaderEditIcon

Viaggi di cui abbiamo ricevuto richieste...

TIBET-NEPAL, IN VIAGGIO ATTRAVERSO L'HIMALAYA
dal 20 settembre al 2 ottobre 2020

LAOS, IN VIAGGIO TRA MONASTERI, TEMPLI E NATURA
dal 5 al 18 dicembre 2020

OMAN, MONTAGNE, DESERTI E COSTE DEL SULTANATO
dal 26 dicembre al 3 gennaio 2021

BIRMANIA, IL REGNO DEI TEMPLI D'ORO
dal 8 al 18 gennaio 2021

LIBANO, STORIA E ARCHEOLOGIA NEL PAESE DEI CEDRI
dal 28 marzo al 4 aprile 2021

DEFAULT : SPAGNA DESERTI E STORIA
7/7/2020 10:46:56 (220 Letto)

Spagna, viaggio nei deserti e nella storia
dal 19 luglio al 4 agosto 2020

Un itinerario in auto molto interessante che permette di scoprire le diversità del territorio spagnolo e la varietà di usi e costumi a seconda delle regioni che attraversiamo durante il viaggio. Deserti e storia in Andalusia, una regione straordinaria che ha molto da offrire ai viaggiatori che la attraversano.  L’Andalusia è l’ideale per un tour in auto, un viaggio “on the road”  in una regione, infatti, che non offre solo grandi città monumentali o bei paesini nascosti spesso quasi irraggiungibili ma anche splendidi deserti che sono diventati in passato set cinematografici utilizzati da registi per realizzare pellicole di grande successo… 







Spagna, viaggio nei deserti e nella storia

dal 19 luglio al 4 agosto 2020
 

(base 8 partecipanti)  |  Scadenza adesioni 25/07/2020 
 

Un itinerario in auto molto interessante che permette di scoprire le diversità del territorio spagnolo e la varietà di usi e costumi a seconda delle regioni che attraversiamo durante il viaggio. Deserti e storia in Andalusia, una regione straordinaria che ha molto da offrire ai viaggiatori che la attraversano.  L’Andalusia è l’ideale per un tour in auto, un viaggio “on the road”  in una regione, infatti, che non offre solo grandi città monumentali o bei paesini nascosti spesso quasi irraggiungibili ma anche splendidi deserti che sono diventati in passato set cinematografici utilizzati da registi per realizzare pellicole di grande successo… 
 

Programma: Spagna, viaggio nei deserti e nella storia  -   Colori di sabbia  for followers
 

PROGRAMMA

1° giorno - 19/07/2020  MILANO / CANNES  (Km. 354)
In mattinata, ritrovo con i partecipanti per cominciare la prima tappa del viaggio. Il percorso di poco più di 350 chilometri attraversa la Liguria fino al confine con la Francia e prosegue lungo l’autostrada A8 della Costa Azzurra per Marsiglia ma la nostra tappa termina a Cannes.  Raggiungiamo l’hotel e dopo un breve riposo usciamo nel centro storico della cittadina del Festival del Cinema cominciando con una bella passeggiata sulla lunga Croisette.  La strada è punteggiata di palme altissime, boutique lussuosissime e Grand Hotel storici e rinomati. Dal viale si potrà poi raggiungere il suo cuore pulsante di Cannes, Le Suquet, un quartiere pittoresco, decisamente diverso da quello del glamour cittadino. In cima alla collina si potrà ammirare il Castello medioevale. Da non perdere assolutamente la salita sulla Torre, un centinaio di gradini, che affaccia sulla piazza ed offre un panorama mozzafiato, probabilmente il più bello da vedersi sulla Baia di Cannes. Terminiamo la visita della città con una camminata nella Rue Meynadier e Rue d’Antibes, cuore nevralgico dello shopping.  Cena in un ristorante lungo la Croisette e rientro in hotel per il pernottamento.
 

2° giorno - 20/07/2020  CANNES / SAINT PAUL DE VENCE / GRASSE / THEOULE / CANNES  (Km. 110)
Colazione in hotel, poi ci dirigiamo a Saint Paul de Vence, un piccolo villaggio medievale arroccato su un promontorio alle spalle di Cagne-sur-Mer, in Costa Azzurra. Questo borgo è la dimora di artisti, pittori e artigiani che con la loro arte e i loro atelier colorano e danno vita agli stretti vicoli del suo centro. Tra le mura trecentesche di Saint Paul de Vence si nascondono più di una sessantina tra botteghe artigiane e gallerie d’arte moderna, contemporanea o “naïf” che si integrano perfettamente nell’architettura medievale di questo gioiello provenzale. Passeggiando tra i vicoli di Saint-Paul de Vence abbiamo la sensazione di entrare in un museo a cielo aperto. Dopo la visita partiamo in direzione di Grasse, a pochi chilometri dal mare della Costa Azzurra e con le Prealpi della Provenza alle spalle. Una posizione privilegiata e un paesaggio bucolico straordinario, quasi di altri tempi. I campi di fiori che circondano la cittadina di origine medievale e le conferiscono un aspetto romantico, che sembra uscito da un quadro. Grasse è rinomata in tutto il mondo per la sua produzione di profumi, una industria che risale al XVI secolo e si basa su raffinate tecniche di lavorazione delle ottime materie prime locali. Dal gelsomino di Grasse è nato il mitico Chanel n. 5. La coltivazione dei fiori occupa gran parte del territorio intorno alla cittadina, creando un panorama meraviglioso. Tra i fiori coltivati ci sono un tipo di gelsomino molto delicato e la Rosa di maggio di Grasse. Nel pomeriggio, dopo aver percorso la costa tra Saint Raphael, Theoule-sur_Mer e Mandelieu-La Napoule, rientriamo a Cannes per la cena in un ristorante di pesce e il pernottamento in hotel.
 

3° giorno - 21/07/2020  CANNES / GIRONA  (Km. 540)
In mattinata, dopo colazione in hotel, partiamo per un lungo trasferimento stradale sull’autostrada A8 in direzione del confine con la Spagna. Sosta lungo il tragitto per il pranzo e proseguimento per il piccolo villaggio di Le Perthus che segna il confine tra Francia e Spagna, poi breve percorso per Figueres e poi per Girona, un piccolo gioiello di architettura medievale perfettamente conservato, dove termina la tappa lunga stradale.  Lasciati i bagagli in hotel e dopo un breve riposo, usciamo per la visita alla Cattedrale di Girona, la cui costruzione fu iniziata dopo l’anno Mille, e nel corso del tempo subì delle modificazioni rispetto al progetto iniziale. L’impianto originario era previsto in stile romanico, ma alcune parti finirono per rispecchiare lo stile gotico, compresa la navata interna. La chiusura definitiva dei lavori si ebbe nel Settecento. Il primato che può vantare la Cattedrale di Girona consiste nelle dimensioni dell’unica navata, la più grande per quanto riguarda lo stile gotico e la seconda in assoluto dopo la Basilica di San Pietro. I quasi 23 metri di larghezza dovevano essere ripartiti tra più navate, prima che si optasse non senza indugi a un’unica divisione interna.  Dopo la visita, cena in un ristorante locale e rientro in hotel per il pernottamento.
 

4° giorno - 22/07/2020  GIRONA / TARRAGONA  (Km. 210)
Dedichiamo la mattinata alla visita di Girona, cominciando da una delle principali attrazioni della città, le Case dell’Onyar. Queste particolari case sono praticamente sospese sul fiume e le loro facciate seguono degli specifici schemi cromatici stabiliti dal pittore catalano Enric Ansesa.  Continuando la passeggiata verso il centro giungiamo al quartiere ebraico, uno dei meglio conservati di Spagna; qui è ancora possibile ammirare i tracciati originali di alcune strade come il Carrer de Sant Llorenç e il Carrer Cundaro.  Visita poi ai Bagni Arabi costruiti nel 1194; la visita dura circa una ventina di minuti e permette di scoprire questo monumento molto ben conservato.  Non si può evitare di raggiungere la piazzetta che si apre di fronte all’antica collegiata di San Felice per rendere omaggio alla “Leona”. La “Leona” è una scultura neogotica risalente al XII° secolo.  Dopo pranzo in un ristorante locale, partiamo per la tappa giornaliera di trasferimento verso sud in direzione di Tarragona che raggiungiamo nel tardo pomeriggio.  Dopo un breve riposo in hotel usciamo per la cena in un ristorante locale.


5° giorno - 23/07/2020  TARRAGONA / ALTEA  (Km. 390)
Dopo colazione in hotel, cominciamo la visita della città di Tarragona. Il glorioso passato della città è racchiuso in diversi edifici ben conservati, uno dei più importanti è l’Anfiteatro Romano, iscritto al Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.  Ma è la cittadella archeologica di Tarragona il pulpito centrale della località spagnola, qui si possono ammirare le mura romane edificate durante il II° secolo a.C. con dimensioni imponenti, 6 metri di altezza e uno spessore di 4 metri. Il Foro provinciale è un’altra importante struttura romana sopravvissuta fino ai giorni nostri e costruita intorno all’anno 70 d.C. durante il governo dell’imperatore Vespasiano. Un’altra attrazione da non perdere è la Cattedrale del XVII° secolo la cui struttura segna l’evoluzione architettonica dal romanico al gotico e la cui facciata è di incredibile imponenza estetica.  Terminata la visita della città di Tarragona, ripartiamo seguendo la strada in direzione sud per raggiungere Altea che è la mèta finale della nostra tappa giornaliera.  Cena in un ristorante locale e pernottamento in hotel.
 

6° giorno - 24/07/2020  ALTEA / TABERNAS  (Km. 320)
In mattinata, dopo colazione in hotel, ripartiamo seguendo l’itinerario del viaggio che ci porta alla prima destinazione naturalistica ovvero il Desierto de Tabernas.  Pranzo lungo il tragitto, poi raggiungiamo nel pomeriggio il piccolo centro di Tabernas che si trova all'interno di una zona desertica, situato tra la Sierra de Los Filabres a nord e la Sierra de Alhamilla a sud-est.  Qui si trova uno dei pochi deserti in Europa che si possa visitare in auto. I suoi paesaggi ricordano da vicino le aree desertiche del Nevada e dell’Arizona, negli Stati Uniti d’America, laddove è nato il mito del Far West e della corsa dell’oro. Non è un caso che il deserto dell’Andalusia sia divenuto in passato il set naturale di alcuni dei film più famosi del celebre regista italiano Sergio Leone, il quale ha reso famoso il deserto della Spagna grazie alle sue intramontabili opere cinematografiche, con al centro il leggendario spirito del Far West.  Il piccolo centro abitato di Tabernas, che conta poco più di 3.000 abitanti, è dominato dal Castillo de Tabernas, il castello della città. Degna di nota anche una chiesa costruita in epoca medievale. Da scoprire anche le piccole piazze che compongono il centro storico della piccola città, luogo di ritrovo per residenti e viaggiatori. Raggiungiamo nel tardo pomeriggio l’hotel per un breve riposo, poi usciamo per la cena in un ristorante locale.  Pernottamento in hotel.
 

7° giorno - 25/07/2020  TABERNAS / DESIERTO TABERNAS / TABERNAS  (Km. 150)
Colazione in hotel, poi ci dirigiamo a Desierto de Tabernas, a poca distanza dalla cittadina.  A partire dagli anni Sessanta, il deserto si trasformò in un autentico santuario per i registi che hanno scritto pagine indelebili di cinema Western a livello internazionale. Non fu soltanto Sergio Leone a girare i suoi film ne Desierto de Tabernas, tra cui “Per un pugno di dollari”, “Il buono il brutto e il cattivo”, “Per qualche dollaro in più”, solo per citare la celeberrima trilogia. Insieme a lui, infatti, si possono citare anche altri nomi che hanno reso il Western uno dei generi cinematografici più amati da intere generazioni, come ad esempio Salvatores e David Lean. Oltre ai tre film già citati di Sergio Leone, il deserto dell’Andalusia ha ospitato i set cinematografici di pellicole quali “Blueberry”, “Conan il barbaro”,” Le pistolere” e “Sole rosso”, a testimonianza di come molti abbiano seguito le orme di Sergio Leone anche a distanza di quasi mezzo secolo.  Così come accade nei Parchi del Nevada e dell’Arizona, anche nel Deserto di Tabernas è possibile ripercorrere le tracce segnate in passato dal cinema grazie alla presenza di diverse aree tematiche. In totale, se ne contano tre: Parco Mini Hollywood, Parco Fort Bravo Studios, Parco Western Leone. Il parco più visitato dai turisti è sicuramente il primo, Parco Mini Hollywood-Oasis. In ogni caso, soprattutto se si ha una predilezione in particolare nei confronti del leggendario regista italiano Sergio Leone, non si può rinunciare alla visita del Parco Western Leone. Nel primo pomeriggio c’è la possibilità di effettuare un trekking nel deserto di Tabernas godendo durante il cammino di paesaggi mozzafiato. Il percorso ad anello dura oltre tre ore e permette di “perdersi” in paesaggi unici.  Rientro al piccolo centro di Tabernas per la cena in un ristorante locale e il pernottamento in hotel.
 

8° giorno - 26/07/2020  TABERNAS / GRANADA  (Km. 160)
In mattinata, dopo colazione in hotel, partiamo verso ovest attraverso il Parque Nacional de Sierra Nevada in direzione di Granada, città dell’Andalusia, una regione nel sud della Spagna, ai piedi delle montagne della Sierra Nevada.  Arrivati a Granada, cominciamo la visita di questa interessante città da l’Alhambra, uno dei monumenti di arte araba più importanti al mondo.  C’è molto da vedere, a cominciare dalla zona militare dell’Alcazaba, proseguendo per la Medina dove, durante il secolare regno dei Nasridi, c’erano le dimore dei nobili alla corte dei sultani. E sono proprio due edifici della Medina, il Palacio de Comares e il Palacio de Los Leones, a costituire l’attrazione principale dell’Alhambra. Entrambi, infatti, testimoniano la ricchezza decorativa di questa fortezza di mattoni rossi a 150 metri sul livello del mare.  Fa bella mostra di sé il Patio de Los Leones, fontana con 12 leoni. Albaicín è l’antico quartiere musulmano di Granada. Sorge sulla collina di fronte all’Alhambra e, al pari di questa e dei giardini di Generalife, è sotto tutela Unesco.  Un vero e proprio paradiso per gli appassionati di fotografia che tra i grandi palazzi che fiancheggiano le strade del quartiere e i due belvedere, quelli de La Lona e di San Nicolas, trovano molti punti interessanti. Il primo belvedere abbraccia tutta la città bassa, mentre il più famoso Mirador de San Nicolas regala una veduta magnifica dell’Alhambra e della Sierra Nevada. La visita del centro storico di Granada non può dirsi completa senza il quartiere di Sacromonte, nel versante orientale della città. Storicamente è famoso per essere il quartiere gitano di Granada, anche se la sua storia è un po’ più complessa. È vero, infatti, che a Sacromonte (o Sacramonte) vivevano in prevalenza gli zingari ma dalla fine del ‘500 a questi si unirono ebrei e musulmani estromessi dalle mura cittadine.  Rientro in hotel per un breve riposo prima di uscire per la cena in un ristorante locale.
 

9° giorno - 27/07/2020  GRANADA / TOLEDO  (Km. 370)
Al mattino, prima di partire verso Toledo, abbiamo ancora una visita interessante da effettuare, quella alla Catedral de Santa Maria de la Encarnación. I sovrani Ferdinando e Isabella di Castiglia vollero dare un altro segno tangibile della vittoria dei cristiani sugli arabi. Una vittoria che veniva esaltata soprattutto nei suoi risvolti spirituali, lasciando sullo sfondo le vicende militari, che pure avevano avuto un ruolo nella “Reconquista”. La presenza di numerosi edifici attorno alla Cattedrale impedisce di apprezzarne a pieno la monumentalità con l’evidente eccezione della facciata principale barocca che annuncia la chiesa in Plaza de Las Pasiegas.   Da un punto di vista architettonico, la Cattedrale di Granada è il risultato della sovrapposizione di diversi stili: oltre al barocco sono infatti presenti numerosi elementi neoclassici in linea col periodo rinascimentale in cui vide la luce il progetto originario della chiesa per mano dell’architetto Diego De Siloe.  Terminata la visita siamo pronti per partire. Procediamo sulla strada in direzione nord per Toledo, antica città su un colle dominante le pianure della Spagna centrale, che raggiungiamo nel pomeriggio, dopo aver pranzato lungo il percorso. Abbiamo tutta la giornata successiva per una visita accurata di questa straordinaria città, quindi dedichiamo le ultime ore del pomeriggio ad una breve passeggiata esplorativa nel centro storico.  Cena in un ristorante locale e pernottamento in hotel.
 

10° giorno - 28/07/2020  TOLEDO 
In mattinata, dopo colazione in hotel, cominciamo la visita della città.  Toledo è la famosa “città delle tre culture”, molto vicino alla capitale spagnola, si trova infatti a soli 70 chilometri da Madrid. Il suo centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, è appassionante, anche perché conserva integro il tracciato medievale. Il percorso attraverso le sue stradine ci svela un complesso monumentale incredibile e vivo, sia dentro che fuori.  L’impressionante edificio che domina dall’alto la città di Toledo è l’Alcazar, fortezza del X° secolo suggestiva e inquietante.  Danneggiata durante la guerra civile spagnola e successivamente ricostruita, oggi è la sede di un enorme museo con una sezione militare ed una dedicata alla storia della Spagna.  Da ammirare il grande cortile centrale, la scala imperiale e il belvedere con una splendida vista panoramica sul fiume Tajo.   Lungo le mura fortificate di Toledo si aprono numerose porte riccamente decorate , la più importante è la Porta di Bisagra, di origine musulmana, incastonata tra due imponenti bastioni.  Terminata la visita del centro storico, ci dirigiamo alla Cattedrale di Toledo, monumentale edificio di arte gotica del XII° secolo. La cattedrale custodisce al suo interno tesori artistici inestimabili tra cui alcune tele di El Greco, Velasquez e Goya.  Anche la piccola Moschea del Cristo della Luce, costruita alla fine del X° secolo, merita certamente una visita.  Tempo libero nel pomeriggio per una passeggiata poi rientro in hotel per un breve riposo prima di uscire per la cena in un ristorante locale.
 

11° giorno - 29/07/2020  TOLEDO / SAN LORENZO DE ESCORIAL / SEGOVIA  (Km. 170)
Trasferimento in mattinata fino a raggiungere San Lorenzo de Escorial, un grande convento fatto costruire da re Filippo II e da lui utilizzato come residenza reale. L'enorme costruzione con 20.000 blocchi, che si presenta esternamente in forma quadrangolare con quattro torri angolari e una facciata monumentale, è lunga oltre duecento metri e larga centosessanta.  E’ costruita con granito di colore con sfumature dal grigio al bruno, è inoltre coperta di lastre di ardesia blu e conta 4000 stanze, più di 3200 porte, 86 scaloni, 16 cortili, 15 chiostri e 88 fontane. Dopo la visita a questo luogo imperdibile, proseguiamo il nostro viaggio in direzione di Segovia.  Lasciati i bagagli in hotel e dopo un breve riposo usciamo per cominciare la visita di questa interessante città dall’acquedotto romano, una meraviglia architettonica risalente al I° secolo a.C. Impossibile non chiedersi come i romani abbiano potuto realizzare un tale prodigio in tempi così antichi, date le sue dimensioni gigantesche.  Il tratto meglio conservato è quello in corrispondenza di Plaza del Azoguejo che è anche il punto più alto.  Salendo le scale del Postigo si può godere di una spettacolare vista dell’acquedotto.  Ci dirigiamo poi alla Cattedrale di Segovia, splendido esempio di architettura gotica. Le sue torri e pinnacoli svettano nel cielo di Segovia creando un magnifico contrasto, al tramonto le pietre si colorano rendendo la vista della cattedrale uno splendido spettacolo, anche dal punto di vista fotografico.
Raggiungiamo l’hotel poi per un breve riposo prima di uscire per la cena in un ristorante locale.
 

12° giorno - 30/07/2020  SEGOVIA / TUDELA  (Km. 295)
In mattinata, dopo colazione in hotel, partiamo seguendo la strada verso est. Arriviamo in mattinata a Tudela, fondata nell'anno 802 da Amrus ibn Yusuf al-Muwalad per ordine del re Al Hakan I, ed una delle città di origine araba più importanti della Spagna e d'Europa.  Tudela è una città monumentale, presieduta dal monumento per il Sacro Cuore, eretto sulle rovine del castello. Nel centro storico si respira ancora l’ambiente dei suoi antichi abitanti arabi, ebrei e cristiani. Dal complesso architettonico sporge la cattedrale, che all’interno conserva un bel chiostro romanico, una grande pala d’altare maggiore con dipinti del XV° secolo e innumerevoli cappelle con pale d’altare gotiche, rinascimentali e barocche.  Molto interessante anche la chiesa romanica della Magdalena, con una bella facciata e con una torre, il complesso barocco della chiesa di San Jorge e il suo vecchio chiostro e convento.  La chiesa di San Nicolás, conserva un timpano romanico dello stesso stile di quello della Magdalena. Fra i suoi palazzi e le case signorili, visitiamo il palazzo rinascimentale del Marchese di San Adrián e il palazzo barocco del Marchese di Huarte. Nel pomeriggio abbiamo il tempo per un percorso tra le sue piazze uniche, come quella di Mercadal, dove si trova la casa de Cultura Castel Ruíz, la piazza Vieja o la piazza dei Fueros, del XVII° secolo, presieduta dalla casa dell’Orologio e decorata con ceramiche di stemmi e scene taurine.  Una giornata intensa e appagante che termina nel tardo pomeriggio quando raggiungiamo l’hotel per un riposo ormai necessario.  Cena in un ristorante locale.
 

13° giorno - 31/07/2020  TUDELA / SARAGOZA  (Km. 90)
Partenza nelle prime ore del giorno verso est in direzione di Saragozza, una delle grandi città monumentali della Spagna e capitale dell’Aragona, che visitiamo. Saragozza è una città ricca di monumenti che riflettono nelle sue strade il passaggio di quattro civiltà diverse: quella romana, quella musulmana, quella ebraica e quella cristiana. Cominciamo con la visita del centro storico, ci dirigiamo verso l'enorme Plaza del Pilar. La veduta che si offre al nostro sguardo merita diverse fotografie, con la maestosa Basilica del Pilar, la Lonja e il Palazzo Comunale. Da non perdere la visita della Basilica e della Seo. Nella prima bisogna compiere il rituale tradizionale di baciare la Madonna del Pilar, senza trascurare le cupole e il panorama della città che si può ammirare dall'alto della torre. Dall'esterno la migliore inquadratura si può ottenere dal Ponte di Piedra. Nella Seo, oltre a vedere l'interno della Cattedrale, avremo l'opportunità di visitare l'importante Museo degli Arazzi.   Dopo il pranzo in uno dei numerosi ristoranti nei dintorni della Plaza del Pilar, proseguiamo la camminata nella zona di Plaza Santa Marta, della Magdalena, di San Miguel o del Tubo.  Visita al Museo del Teatro Caesar Augusta per vedere i resti dell'antico teatro romano. Proseguiamo la visita lungo Paseo de la Independencia, una zona commerciale e proseguiamo fino al Cortile dell’Infanta, uno dei numerosi gioielli rinascimentali che conserva la città. Rientrando verso il centro storico, attraverso l’Avenida César Augusto, ci troveremo nel posto giusto per fare una sosta in un bar o in un locale all'aperto e prendere una bevanda, approfittando della vivace atmosfera che anima la strada. Cena in un ristorante locale e pernottamento in hotel.
 

14° giorno - 01/08/2020  SARAGOZA / DESIERTO MONEGROS / LLEIDA  (Km. 180)
Partenza in mattinata per il Desierto de Los Monegros è un'area semidesertica della comunità autonoma di Aragona, soggetta a lunghi periodi siccità, nel nordest della Spagna, che si estende nella provincia di Saragozza e nella provincia di Huesca.  E’ una delle regioni più straordinarie di Aragona, con un immenso deserto di sabbia e rocce.  E’ attraversato da tre fiumi che formano alcune piccole lagune e saline, tra cui quella di Playa e Sarinena.  Il paesaggio è dominato da immense aree desertiche che sono l’habitat di moltissime specie uniche al mondo. Proseguiamo poi il nostro itinerario sempre verso est fino a raggiungere la mèta finale della giornata, la cittadina di Lleida.  Cena in un ristorante locale e pernottamento in hotel.
 

15° giorno - 02/08/2020  LLEIDA / ARLES  (Km. 540)
Oggi la nostra tappa prevede un lungo trasferimento stradale che attraversa la frontiera tra Spagna e Francia per concludersi alla splendida cittadina di Arles che raggiungiamo nel pomeriggio. La visita è rimandata alla mattina successiva quindi, dopo un breve riposo in hotel, passeggiamo lungo le vie del centro storico per un primo “contatto” con la cittadina legata alle numerose vestigia della dominazione romana.  Cena in un ristorante locale e pernottamento in hotel.
 

16° giorno - 03/08/2020  ARLES / NIZZA  (Km. 255)
Dedichiamo il mattino alla visita di Arles cominciando dall’Anfiteatro che ha vissuto una storia simile al più famoso Colosseo Romano.  Costruito alla fine del I° secolo, nel Medioevo divenne una fortezza e poi una piccola città.  Sotto le arcate, nei sotterranei e nella pista furono costruite abitazioni con i materiali raccolti dalle antiche pietre dell’Arena.  Il recupero della struttura originaria iniziò nel 1825.  Per molti secoli l’anfiteatro è stato sede di combattimenti dei gladiatori, a cui potevano assistere oltre 20.000 persone. Altra visita interessante è quella a Les Alyscamps, i “Campi Elisi di Arles”.Si tratta di un viale lungo due chilometri che conduce alle rovine di un’antica chiesa. La sua particolarità è quella che è incorniciato ai due lati da una fila di cipressi dove si trovano centinaia di sepolture romane e che è stata fonte d’ispirazione di alcune tele di Gauguin e di Van Gogh.  Dopo pranzo partenza per Nizza che raggiungiamo nel tardo pomeriggio.  Cena in un ristorante locale e pernottamento in hotel.
 

17° giorno - 04/08/2020  NIZZA / MILANO  (Km. 320)
In mattinata, abbiamo il tempo per la visita del centro storico di Nizza, e successivamente della Promenade des Anglais, il lungomare per eccellenza della Costa Azzurra. Questa strada, lunga ben sette chilometri, che è anche la location per il tradizionale Carnevale di Nizza con le sue battaglie di fiori, è ricca delle famose "sedie blu" simbolo di Nizza e di pergolati, che la rendono ancora più speciale.  Pranzo in un buon ristorante a base di pesce poi partenza nel primo pomeriggio per Milano.  Dopo aver attraversato il confine tra Francia e Italia, proseguiamo sull’autostrada verso Genova e poi per il capoluogo lombardo dove si conclude il nostro viaggio.
 


 

DOCUMENTI NECESSARI

Carta d’identità valida per l’espatrio e non rinnovata oppure passaporto in corso di validità con data di scadenza non inferiore a sei mesi. Patente di guida italiana per i partecipanti che guidano l'auto di proprietà

NESSUNA VACCINAZIONE RICHIESTA

 

CLIMA

Il clima in Spagna durante il viaggio è generalmente soleggiato, caldo e secco, con una leggera umidità sulla costa. Quasi sempre soleggiato con scarsa escursione termica tra il giorno e la notte. La media delle temperature massime varia da 25° a 32° di giorno e da 15° a 20° di minima la notte.


 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE su auto 4x4 organizzazione (Toyota Land Cruiser Kzj95)

- 1.950  Euro / persona   

 

TARIFFE EQUIPAGGI che guidano l'auto di proprietà

- 1.550  Euro/persona (equipaggio di 2 persone)
- 1.450  Euro/persona (equipaggio di 3 persone)
- 1.350  Euro/persona (equipaggio di 4 persone)


 

LA QUOTA COMPRENDE:

- 16 pernottamenti in Hotel / Bed & Breakfast con prima colazione compresa
- Assistenza di un coordinatore italiano
- Auto condotta dal coordinatore (Dario Basile) compreso spese di carburante e pedaggi autostradali
- Gli ingressi ai siti e musei, le visite come descritte nel programma di viaggio
- Set COLORI DI SABBIA™ a ogni partecipante contenente quaderno di viaggio e t-shirt con logo fronte e retro



LA QUOTA NON COMPRENDE:

- La quota d'iscrizione: 25 euro/persona (quota di gestione pratica che comprende l'assicurazione medico bagaglio)
- Tutti i pranzi e le cene durante il tour dal primo all’ultimo giorno
- Le bevande, le mance e ogni altra spesa non inserita nella sezione "la quota comprende"
 

EXTRA

- Supplemento camera singola: su richiesta

SOLO PER GLI EQUIPAGGI CHE GUIDANO L'AUTO DI PROPRIETA' : Il carburante, i pedaggi autostradali, i parcheggi e ogni altra spesa per l'auto


Indietro Pagina stampabile Invia questa notizia a un amico Pagina stampabile
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Footer-01
blockHeaderEditIcon
Area Login

Login

---------------

Contatore di statistica per visitatori Website
blockHeaderEditIcon

caro visitatore

Sei il:



Visitatore su questo sito web
Newsletter
blockHeaderEditIcon

COLORI DI SABBIA™
tel. 02.39211428  -  cell. 338.9377821

Organizzazione tecnica:
King Holidays  s.r.l.  Filiale di Milano
Via Mario Pagano, 52   20145 Milano

Copyright © 2003-2020  Colori di sabbia™
P.IVA. 04260020963

info@coloridisabbia.it

Social-Icons
blockHeaderEditIcon

Seguici sui tuoi social preferiti

Per aggiornarti su tutte le news,  le foto pubblicate,  i video degli ultimi viaggi,  le nostre attività,  le discussioni tra appassionati e molto altro ancora...
 

                 

Untermenu
blockHeaderEditIcon

Nome utente:
Login utente
Email
*