Logo
blockHeaderEditIcon

Menu
blockHeaderEditIcon

Slider
blockHeaderEditIcon
prossimepartenze-titolo
blockHeaderEditIcon
prossimepartenze-testo
blockHeaderEditIcon

Viaggi confermati e in via di conferma  

TIBET-NEPAL, IN VIAGGIO ATTRAVERSO L'HIMALAYA
dal 20 settembre al 2 ottobre 2020

NAMIBIA-SUDAFRICA, IN VIAGGIO DA WINDHOEK A CAPETOWN
dal 22 ottobre al 5 novembre 2020   in via di conferma

NUOVA ZELANDA, NATURA E PAESAGGI NELLA TERRA DEI MAORI
dal 9 novembre al 2 dicembre 2020   

GUATEMALA-HONDURAS, CITTA' COLONIALI E ANTICHI SITI MAYA
dal 22 febbraio al 6 marzo 2021

STATI UNITI, TOUR TRA I PARCHI NAZIONALI DEL NORD-OVEST
dal .. giugno al .. luglio 2021    confermato e completo 

prossimepartenze-foto
blockHeaderEditIcon

Viaggi di cui abbiamo ricevuto richieste...

TIBET-NEPAL, IN VIAGGIO ATTRAVERSO L'HIMALAYA
dal 20 settembre al 2 ottobre 2020

LAOS, IN VIAGGIO TRA MONASTERI, TEMPLI E NATURA
dal 5 al 18 dicembre 2020

OMAN, MONTAGNE, DESERTI E COSTE DEL SULTANATO
dal 26 dicembre al 3 gennaio 2021

BIRMANIA, IL REGNO DEI TEMPLI D'ORO
dal 8 al 18 gennaio 2021

LIBANO, STORIA E ARCHEOLOGIA NEL PAESE DEI CEDRI
dal 21 al 28 marzo 2021

DEFAULT : VIA DEGLI DEI
2/6/2020 11:24:56 (189 Letto)

In cammino lungo la Via degli Dei, tra Bologna e Firenze
dal 22 al 29 giugno 2020

La Via degli Dei è stata definita da molti “il Camino de Santiago italiano”, altri l’hanno confusa con la Via Francigena o con una ricostruzione storica della Flaminia Militare. La Via degli Dei è un insieme di sentieri, strade, mulattiere lungo 130 chilometri che, valicando l’Appennino Tosco-Emiliano, unisce Piazza Maggiore a Bologna e Piazza della Signoria a Firenze. Il tracciato ripercorre per molti tratti un’antica via che i Romani utilizzavano, chiamata Flaminia Militare.  All’epoca Bologna era chiamata Felsinea..






 


In cammino lungo la Via degli Dei, tra Bologna e Firenze

dal 22 al 29 giugno 2020
 

(base 8 partecipanti)  |  Scadenza adesioni 10/06/2020 
 

La Via degli Dei è stata definita da molti “il Camino de Santiago italiano”, altri l’hanno confusa con la Via Francigena o con una ricostruzione storica della Flaminia Militare. La Via degli Dei è un insieme di sentieri, strade, mulattiere lungo 130 chilometri che, valicando l’Appennino Tosco-Emiliano, unisce Piazza Maggiore a Bologna e Piazza della Signoria a Firenze. Il tracciato ripercorre per molti tratti un’antica via che i Romani utilizzavano, chiamata Flaminia Militare.  All’epoca Bologna era chiamata Felsinea, infatti lungo il percorso ci si imbatte in selciati romani appartenenti al 187 a.C. Il percorso è stato recuperato intorno agli anni ’90, durante degli scavi archeologici in quanto sono state trovate delle tracce di antiche strade romane che univano Felsinea a Fiesole.

 

Programma: In cammino lungo la Via degli Dei, tra Bologna e Firenze  -   Colori di sabbia  for followers
 

PROGRAMMA

1° giorno - 22/06/2020  BOLOGNA
In tarda mattinata ritrovo dei partecipanti a Bologna all’hotel per un briefing informativo riguardo il trekking sulla Via degli Dei tra Bologna e Firenze che cominciamo la mattina successiva.  Pranzo in un ristorante locale e dedichiamo il pomeriggio alla visita della città.  Cominciamo da Piazza Maggiore, il salotto di Bologna, che è il principale luogo di ritrovo dei bolognesi dove si può ammirare la Fontana del Nettuno, uno dei simboli della città, opera dello scultore Giambologna. Sulla piazza si affacciano alcuni importanti palazzi storici: Palazzo d’Accursio o Comunale, Palazzo dei Banchi e, al centro, Palazzo del Podestà, costruito nel 1200 per svolgere le funzioni pubbliche. Altro luogo imperdibile è la Basilica di San Petronio che è la chiesa più importante di Bologna ed una delle più grandi del mondo. Merita senza dubbio una visita all’interno. Proseguiamo per visitare il Palazzo dell’Archiginnasio, costruito tra il 1562 e il 1563 per volere del cardinale Carlo Borromeo, con lo scopo di riunire l’insegnamento universitario in un’unica sede. Dal 1838 ospita la Biblioteca Civica. L’edificio dall’esterno è molto scenografico, in quanto presenta un lungo portico di trenta  arcate. Un altro pezzo forte del Palazzo dell’Archiginnasio è il Teatro Anatomico, progettato nel 1637 e costruito in legno d’abete. Esso veniva utilizzato per le lezioni di anatomia.  La Torre Garisenda e la Torre degli Asinelli sono indiscutibilmente i monumenti simbolo di Bologna. La Torre Garisenda è alta 47 metri, pende per ben 3,22 e non è visitabile. La Torre degli Asinelli, invece, è alta 97,20 metri e pende per 2 metri circa. Nel tardo pomeriggio rientriamo in hotel per un breve riposo poi usciamo per la cena in un ristorante locale.
 

2° giorno - 23/06/2020  BOLOGNA / BADOLO  - 1^Tappa Via degli Dei   (Lunghezza:  21,300 Km.   Dislivello: +817 m. / -515 m.  - Tempo: 7.30 h.)
Nelle prime ore della mattinata, dopo colazione in hotel, cominciamo il percorso a piedi della prima tappa. La partenza è da Piazza Maggiore, vero punto d’inizio della “Via degli Dei”, si prosegue attraversando l’arco del Meloncello per percorrere il portico più lungo del mondo, quello che porta al Santuario della beata Vergine di San Luca. Una volta saliti a San Luca si deve ridiscendere verso il Comune di Casalecchio di Reno, proseguendo per il Parco Talon attraverso un bel bosco alberato. Arrivati al parco si prosegue costeggiando la riva sinistra del fiume Reno, si incontrano i primi cartelli della Via degli Dei e del sentiero CAI 112. Proseguendo in direzione Sasso Marconi si raggiunge l’Oasi Naturalistica di San Gherardo, continuiamo sempre dritto fino ad arrivare a Sasso Marconi e si risale il sentiero CAI 122 che porta al parco dei Prati di Mugnano. Si prosegue lungo la Provinciale di Badolo fino ad arrivare al Giardino Botanico Nova Arbora.  Arrivati alla statale, si raggiunge il bivio che sale a Battedizzo e poi per Badolo su strada asfaltata. Nei pressi del fosso Raibano seguiamo il sentiero del CAI 110 per raggiungere Badolo, evitando l'asfalto. La nostra mèta finale della giornata è l’hotel dove sostiamo per un meritato riposo.  Cena e pernottamento in hotel.
 

3° giorno - 24/06/2020  BADOLO / MADONNA DEI FORNELLI  - 2^Tappa Via degli Dei   (Lunghezza:  28,000 Km.  -  Dislivello: +1.460 m. / -1.038 m.  - Tempo: 9.30 h.)
In mattinata, dopo colazione in hotel, partenza per proseguire il cammino verso Firenze seguendo la “Via degli Dei”.  Il sentiero si arriva a Brento e costeggia il Centro Ricerca di Fauna Esotica e Selvatica di Monte Adone quindi imbocchiamo una discesa che porta alla cima di Monte Adone seguendo il sentiero CAI 110. Arrivati alle 2 croci di Monte Adone, sosta per godere di un bellissimo panorama, quindi scendiamo verso Brento e seguiamo un lungo tratto di strada asfaltata che raggiunge prima Monterumici e poi Monzuno da dove si prosegue su strada asfaltata in direzione di Madonna dei Fornelli.  Camminiamo lungo il percorso CAI 019 per entrare poi attraverso un cancelletto in un bel bosco di castagni fino ad arrivare al ripetitore Telecom. Da qui seguiamo la strada sterrata fino alle case di Le Croci e con una breve salita fino al Monte del Galletto su sterrata giungiamo a Madonna dei Fornelli, mèta finale della giornata dove troviamo l’hotel per un riposo ormai necessario.  Cena e pernottamento in hotel.
 

4° giorno - 25/06/2020  MADONNA DEI FORNELLI / MONTE DI FO’ - 3^Tappa Via degli Dei   (Lunghezza:  17,250 Km.  -  Dislivello: +783 m. / -753 m.  - Tempo: 6.30 h.)
Nelle prime ore della giornata, dopo colazione in hotel, lasciamo Madonna di Fornelli e proseguiamo verso Pian di Balestra lungo il sentiero n. 019. Superato il quadrivio di Pian di Balestra seguiamo la segnaletica Via degli Dei, e ci addentriamo nel bosco. Proseguiamo percorrendo il viale sterrato, il sentiero prosegue fino ad arrivare alla Piana degli Ossi, dove si possono ammirare i resti di un’antica fornace datati presumibilmente II secolo a.C.. Superato questo punto si prosegue verso il Passeggere e continuiamo il percorso fino al bivio successivo, dopo pochi metri si incontra un laghetto artificiale da costeggiare fino a che non termina la recinzione. Proseguiamo fino ad arrivare alla cima delle “Banditacce” punto di massima quota di tutto il percorso (circa 1200 m) quindi raggiungiamo anche il “Poggiaccio” che determina la metà del tragitto, ovvero l’approssimativa equidistanza tra Bologna e Firenze. Continuiamo fino alle falde di Poggio Castelluccio e proseguendo per il sentiero incontriamo alcuni tratti della Flaminia Militare, di cui uno ben conservato e protetto da una sorta di recinto di legno. Continuiamo il percorso seguendo le indicazioni per la Futa fino ad arrivare dopo poco alla strada asfaltata che da Pian del Voglio porta al Passo della Futa a cui, dopo pochi metri a sinistra incontriamo un cartello con su scritto “Santa Lucia-Monte di Fo’”. Proseguiamo fino a Monte di Fo, mèta finale della giornata dove troviamo l’hotel per un riposo prima di uscire per la cena in un ristorante locale. Pernottamento in hotel.
 

5° giorno - 26/06/2020  MONTE DI FO’ / SAN PIERO A SIEVE  - 4^Tappa Via degli Dei   (Lunghezza:  21,080 Km.  -  Dislivello: +641 m. / -1.197 m.  - Tempo: 6.50 h.)
Colazione al mattino presto in hotel, poi proseguiamo la “Via degli Dei” imboccando la strada che sale fino all’”Apparita”, entriamo nel bosco seguendo le indicazioni GEA fino a prendete il sentiero CAI n°00 che porta a Monte Gazzaro.  Vicino alla croce di M. Gazzaro c’è una piccola struttura in pietra, appeso al muro c’è un contenitore in metallo che contiene il “libro vetta di Monte Gazzaro”, ovvero un quaderno dove chi vuole può scrivere i propri pensieri. Proseguiamo lungo il crinale e scendiamo fino ad arrivare ad un grande spiazzo: questo è il Passo dell’Osteria Bruciata. Qui un tempo sorgeva una locanda rinomata per i suoi piatti di carne "umana" cucinati dal proprietario dopo aver derubato ed ucciso i suoi ospiti. Le indicazioni qui sono molto chiare, è necessario seguire il sentiero per Sant’Agata sul sentiero CAI n°46. Continuando a camminare si scende fino ad arrivare ad una vecchia casa semidiroccata e si prende il sentiero CAI n°46b verso Sant’Agata-San Piero a Sieve. Il sentiero prosegue fino ad arrivare a Sant’Agata del Mugello nota per la Pieve, da visitare la chiesa affascinante e molto antica. Infine proseguiamo per raggiungere San Piero a Sieve, dove troviamo il nostro hotel dove sostiamo per la cena e il pernottamento.


6° giorno - 27/06/2020  SAN PIERO A SIEVE / BIVIGLIANO - 5^Tappa Via degli Dei   (Lunghezza:  13,500 Km.  -  Dislivello: +1360 m. / -1.510 m.  - Tempo: 3.50 h.)
Nelle prime ore della mattina ripartiamo dal centro storico di San Piero a Sieve, dopo colazione in hotel, e seguiamo la strada asfaltata con indicazioni per la Fortezza Medicea e continuiamo a camminare seguendo la segnaletica CAI Bo-Fi.  Dopo poco c’è la possibilità di fare una piccola deviazione per andare a visitare la Fortezza Medicea di San Martino. La fortificazione occupa un intero colle: domina l'abitato di San Piero a Sieve e gran parte del Mugello. La sua costruzione fu fortemente voluta da Cosimo I de' Medici per porre un baluardo a difesa dei possedimenti della famiglia e dello Stato Fiorentino oltre che per soddisfare le pressanti richieste delle popolazioni locali, stanche dei continui saccheggi perpetuate ai loro danni da eserciti e bande provenienti dal nord. La Fortezza è considerata una delle più estese fortificazioni italiane di tutti i tempi.  Camminiamo seguendo la segnaletica e arriviamo ad una strada asfaltata, proseguiamo per pochi metri, e prendete lo sterrato che indica “Trebbio, Cadenzano”. Continuiamo a camminare sulla Via degli Dei e incontriamo un tabernacolo del 1664. Proseguiamo sulla strada che sale e godiamo la veduta del bellissimo panorama con le distese di alberi di ulivo. Proseguiamo il cammino fino ad arrivare alla località Trebbio e poi verso Bivigliano. La strada continua e si snoda nel bellissimo panorama del Mugello dove si possono osservare ulivi, borghi e tabernacoli. Proseguite dritti fino a Bivigliano dove troviamo l’hotel per la sosta di fine tappa.  Cena e pernottamento.


7° giorno - 28/06/2020  BIVIGLIANO / FIESOLE / FIRENZE  - 6^Tappa Via degli Dei   (Lunghezza:  18,800 Km.  -  Dislivello: +1360 m. / -1.510 m. - Tempo: 5.30 h.)
Dopo colazione in hotel, partiamo per la nostra ultima tappa della “Via degli Dei”.  Seguiamo le indicazioni e camminiamo lungo la strada sterrata proseguendo nel bosco. Il sentiero sale e arriviamo ad un piccolo spiazzo con il nome di “Camporomano”. Continuiamo sul tracciato fino a che non arriviamo ad una strada asfaltata e in lontananza, si può ammirare la Badia del Buonsollazzo. Proseguiamo sulla strada asfaltata fino a che non incontriamo il cartello per Monte Senario. Il sentiero prosegue in salita fino ad incrociare un cancello che dà su una strada asfaltata: è la strada che arriva al Convento di Monte Senario.Dopo una sosta nel punto di ristoro dei frati, proseguiamo lungo la strada sterrata che costeggia il Convento, scendiamo lungo il viale alberato. Proseguiamo sulla strada fino a che il sentiero riprende a Vetta le Croci nel verde. Quest’ultimo tratto che porta ad Olmo è completamente aperto in una distesa di campi con panorami mozzafiato. In lontananza infatti si può già ammirare da sia Fiesole che Firenze. Il sentiero continua fino ad arrivare nuovamente su strada asfaltata. Attraversata la strada asfaltata il sentiero CAI 2 prosegue in salita verso Poggio Pratone da dove è possibile godere di un bellissimo panorama verso Firenze. Da Poggio Pratone si scende su strada sterrata fino a Monte Fanna. La strada diventa poi asfaltata, una volta attraversata la frazione di Borgunto, e si giunge in breve nella piazza di Fiesole. Da qui ci sono 2 opzioni; si può scegliere se prendere l'autobus n.° 7 con destinazione Piazza San Marco  o restare sul bus  fino alla stazione di Firenze, oppure prendere la panoramica fino alle scuole medie e percorrere il sentiero CAI 7 che sale a Monte Ceceri e da qui scendere alle cave di Maiano, salire verso Settignano e scendere direttamente a piedi passando per Coverciano. L’arrivo a Firenze segna la fine del lungo percorso tra Bologna e Firenze.  Sosta all’hotel per un riposo necessario e cena in un ristorante locale.
 

8° giorno - 29/06/2020  FIRENZE
In mattinata, dopo colazione, dedichiamo la mattinata alla visita della città di Firenze. Nel pomeriggio ci dirigiamo alla stazione di Santa Maria Novella per salire sul treno che ci riporta alle città di residenza, stanchi ma appagati per il bel percorso effettuato lungo la “Via degli Dei”.


 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

- 680 Euro / persona   


 

LA QUOTA COMPRENDE:

- 7 pernottamenti in Hotel / Bed & Breakfast con prima colazione compresa
- Assistenza di un coordinatore italiano
- Guida escursionistica per 6 giorni compreso vitto e alloggio
- Set COLORI DI SABBIA™ a ogni partecipante contenente quaderno di viaggio e t-shirt con logo fronte e retro



LA QUOTA NON COMPRENDE:

- La quota d'iscrizione: 25 euro/persona (quota di gestione pratica che comprende l'assicurazione medico bagaglio)
- Tutti i pranzi e le cene durante il tour dal primo all’ultimo giorno
- Ingressi a musei e visite a Bologna e Firenze
- Le bevande, le mance e ogni altra spesa non inserita nella sezione "la quota comprende"
 

EXTRA

- Supplemento camera singola: su richiesta


Indietro Pagina stampabile Invia questa notizia a un amico Pagina stampabile
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Footer-01
blockHeaderEditIcon
Area Login

Login

---------------

Contatore di statistica per visitatori Website
blockHeaderEditIcon

caro visitatore

Sei il:



Visitatore su questo sito web
Newsletter
blockHeaderEditIcon

COLORI DI SABBIA™
tel. 02.39211428  -  cell. 338.9377821

Organizzazione tecnica:
King Holidays  s.r.l.  Filiale di Milano
Via Mario Pagano, 52   20145 Milano

Copyright © 2003-2020  Colori di sabbia™
P.IVA. 04260020963

info@coloridisabbia.it

Social-Icons
blockHeaderEditIcon

Seguici sui tuoi social preferiti

Per aggiornarti su tutte le news,  le foto pubblicate,  i video degli ultimi viaggi,  le nostre attività,  le discussioni tra appassionati e molto altro ancora...
 

                 

Untermenu
blockHeaderEditIcon

Nome utente:
Login utente
Email
*